Il Tesoro

Il Duomo di Vigevano è anche divenuto famoso per il tesoro della Cattedrale, che in parte risale alle donazioni elargite al Capitolo da Francesco II Sforza. Oltre a notevoli calici, pissidi e paramentali, esso conserva anche manoscritti di grande valore miniati da Giovan Giacomo Decio, un Pastorale Vescovile in avorio di narvalo e "La Pace", una preziosa suppellettile in argento dorato di scuola lombarda. Nella seconda sezione del museo sono conservati una serie di arazzi fiamminghi di Bruxelles (1520) e Auderaarde (seconda metà del XVII secolo) con raffigurazioni sacre e profane, e due splendidi stendardi cinquecenteschi delle antiche Confraternite di S. Maria del Popolo e dell'Annunziata. Nel tesoro della Cattedrale è conservato inoltre un prezioso paramentale ricamato con fili d'oro, utilizzato dal Papa per incoronare Napoleone Bonaparte Re d'Italia nel Duomo di Milano nel 1805.